Do It Yourself

I prezzi del legname vedono il più grande calo dei prezzi mensili nella storia

  • I prezzi del legname vedono il più grande calo dei prezzi mensili nella storia

    Dopo essere saliti alle stelle per tutta la primavera, i prezzi del legname sono tornati sulla Terra a giugno. Ecco uno sguardo a cosa sta succedendo e quando le cose potrebbero stabilizzarsi.

    Dopo mesi di massimi vertiginosi, il prezzo del legname negli Stati Uniti sta finalmente scendendo.

    Prezzi del legname è crollato di oltre il 40% a giugno a 710 dollari per mille piedi di tavola. Secondo CNBC, questo segna il più grande calo mensile mai registrato nei prezzi del legname. Il prezzo del legno è diminuito drasticamente da quando è stato colpito massimi storici all'inizio di maggio, e gli esperti prevedono che questa tendenza al ribasso continuerà per tutta la seconda metà dell'anno.

    "Non sarei affatto sorpreso se vedessimo che il prezzo continua a scendere sotto i 600 dollari o meno verso la fine dell'anno", ha affermato Mace McCain, presidente e amministratore delegato di Frost Investment Advisors, ha detto a Insider. "Continueremo a vedere l'offerta salire a bordo, ma non vedremo la domanda continuare a crescere".

    Elevata domanda di alloggi, più persone che fanno Ristrutturazioni casa fai da te e bassi livelli di scorte di legname hanno fatto salire i prezzi del legname in primavera, portando a strozzature nella catena di approvvigionamento. Ma man mano che questi fattori si attenuano gradualmente, i prezzi dovrebbero continuare a scendere, per poi stabilizzarsi a un livello storicamente più normale.

    "Questo calo suggerisce che la causa di quell'inflazione - la mancata corrispondenza tra domanda e offerta - non durerà per sempre", ha detto alla CNBC Brad McMillan, CIO presso Commonwealth Financial Network. “Man mano che i fornitori di tutti i settori si mettono insieme, quelle carenze svaniranno, insieme all'inflazione. Ciò sembra accadere per il legname ora e accadrà per altri input in seguito.

    Nonostante questo calo storico, i rappresentanti del settore dell'edilizia abitativa continuano a sostenere ulteriore azione federale per combattere i prezzi elevati del legname. All'inizio di questa settimana Chuck Fowke, presidente della National Association of Home Builders, ha incontrato i membri repubblicani del Congresso per raccomandare l'apertura di foreste protette a livello federale alla produzione di legname.

    "Dobbiamo trovare un equilibrio più appropriato nel modo in cui gestiamo le nostre foreste nazionali", ha detto Fowke ai legislatori. “Fare così ripristinerà la salute di una delle nostre grandi risorse naturali e offrirà il potenziale per rinvigorire l'industria forestale migliorando al contempo l'accessibilità degli alloggi. Questo è un vantaggio per tutti nel mio libro".

instagram viewer anon